Lunghezza 23 km
Livello difficoltà E - Medio
Dislivello +516 / -425 m
Tempo percorrenza 7 h (soste incluse)
Fondo stradale tratturi, sterrati, sentieri boschivi

Tappa: Minervino Murge - Castel del Monte

Minervino Murge è adagiata su due colline di un estremo lembo del territorio pugliese, dove l’altitudine e l’assenza di rilievi nelle zone poste ad ovest ed a nord del territorio consentono uno “sguardo lontano” che le è valso l’appellativo di Balcone delle Puglie ed il panorama infatti, da ovest verso nord, spazia dalle montagne della Basilicata, dove imponente si distingue monte Vulture, ai territori del Tavoliere dove lo sguardo arriva a distingue Foggia e più a nord, il promontorio del Gargano dove si distinguono, nelle giornate più chiare, Monte Sant’Angelo e la città di Manfredonia con l’antistante golfo.


Il cammino ci attende! Scendiamo quindi lungo la Lama Matitani nei pressi della Grotta di San Michele Arcangelo luogo di preghiera per i pellegrini del culto Micaelico, da questo punto si risale sul costone murgiano, la vista panoramica è spettacolare. 

Il sentiero continua tra grandi cave di pietra calcarea ed attraverso il Parco Eolico, sibilano le pale al nostro passaggio, il suono del vento si rivela un buon compagno di cammino lungo il quale s’inizia ad incontrare masserie, jazzi, poste, casedde e pescare antiche. 

Abbiamo percorso tratturi e sentieri tra lecci e roverelle nella bellezza ed immenso silenzio. Attraversiamo il piccolo Bosco Finizio ed ecco che Castel del Monte si presenta davanti ai nostri occhi..

Affascinante e misterioso. La "corona di pietra" dalla forma ottagonale. Isolato su un’altura delle Murge, da dove si domina un panorama vastissimo. Una forma e posizione imponente e inquietante.

Un tagliafuoco, è l’ultima salita prima di raggiungerlo.




Soste e Alloggi sul cammino