Lunghezza 25 km
Livello difficoltà E - Medio
Dislivello +395 / -296 m
Tempo percorrenza 7 h (soste incluse)
Fondo stradale sterrati, mulattiere

Tappa: Gravina in Puglia - Poggiorsini

Si attraversa il bellissimo ponte acquedotto in pietra della Madonna della Stella che collega scenograficamente le due sponde della gravina passando sopra l'affascinante habitat rupestre, esempio di unione tra uomo e natura. Qui le grotte erano usate come luogo di difesa e riparo, ma anche come abitazione o come luogo di culto, prima pagano poi cristiano.


Saliamo attraverso una bellissima mulattiera al colle di Botromagno che offre uno dei panorami più suggestivi dell’Alta Murgia e nel quale è presente un parco archeologico dell’Età del Ferro. Scendiamo dall'altro lato del colle e percorriamo un brevissimo tratto di provinciale dove troviamo una grande fontana, un ottimo punto per abbeverarsi e per una breve pausa. Ripartiamo e ci immettiamo su una piccola strada di campagna  che segue il canale d’acqua La Pescara che ci accompagnerà per quasi tutto il resto del percorso. Il cammino si addentra nella Fossa Bradanica, subito spuntano le numerose Case della Riforma Fondiaria tra le vaste distese coltivate a cereali, una delle più importanti aree steppiche d’Italia. Le attraversiamo, il percorso si fa suggestivo, saliamo verso est ed affianchiamo la provinciale, la ferrovia  (Gioia del Colle – Rocchetta Sant’Antonio) ed il gradone dell’Alta Murgia. Dopodichè la lunghissima stradina di pietre si addentra nella valle per allontanarsi dall’altopiano e raggiungere la piccola Poggiorsini. Fu un tempo feudo della famiglia Orsini che diede il proprio nome al paese.  Fu popolato sin dal Paleolitico antico, anche grazie alla presenza di sorgenti d'acqua perenni che ancora scaturiscono nelle sue prossimità. E fu una stazione della via Appia antica e del tratturo Melfi-Castellaneta. Nel Medioevo il suo territorio fece parte del feudo di Castel Garagnone.




Soste e Alloggi sul cammino

MASSERIA SANT'ANGELO
MASSERIA SANT'ANGELO

Ad un altitudine di 450 s.l.m. e gode di una vista panoramica sulla catena delle Murge e sull'Appennino-Lucano. L'azienda, immersa nell'incantevole campagna della Murgia è posta a ridosso del parco Nazionale dell'Alta Murgia e della collina di Botromagno, zone di notevole interesse storico ed archeologico. Il posto ideale per trascorrere rilassanti giornate all'aria aperta, per apprezzare la bellezza del territorio, le sue forme, i suoi colori e i suoi sapori